Precedente
Successivo

Vinodol...

underline-wave.png

Grazie alla vicinanza del mare e del bosco, Vinodol rappresenta un posto ideale per trascorrere le vacanze. Potrete alloggiare nelle piacevoli case familiari, abitazioni rurali arredate in stile autoctono, in rifugi alpini o in confortevoli pensioni. Oltre ai piatti locali di Vinodol, le specialità culinarie a base di selvaggina ed erbe spontanee, potrete sorseggiare il prelibato vino locale, prodotto nell’area di Novi Vinodolski. Per chi ama fare attività, vi è la possibilità di scegliere tra escursioni in bicicletta sulle montagne, alpinismo, passeggiate, cavalcate, voli con parapendio, pesca sportiva e persino di andare a caccia. Per conoscere le bellezze culturali e storiche di Vinodol basterà assistere ad alcuni dei concerti proposti nelle serate estive, alla “Rosetta” di Vinodol (Ružica Vinodola) o al carnevale d’inverno.

I boschi

underline-wave.png

Le zone montane di Vinodol proteggono dal caldo tipico del litorale e ospitano pittoresche trattorie dove, oltre alle specialità fatte in casa a base di selvaggina catturata dai cacciatori, potrete assaggiare anche gustosi piatti vegetariani. Potrete alloggiare in diverse strutture ricettive come case vacanze o in uno dei rifugi alpini. Il maggior numero di turisti è presente in inverno, stagione durante la quale è possibile andare in slitta o fare passeggiate sulla neve. Ma un altro motivo per visitare Vinodol ed i suoi paesaggi montani è naturalmente la possibilità di venire a contatto con una natura praticamente incontaminata

Il clima

underline-wave.png

Il clima di Vinodol è caratterizzato da estati asciutte e calde e da inverni piovosi e relativamente miti con correnti particolari caratteristiche di questa zona. La temperatura media annua è di 14°C.

La zona boschiva, sebbene non tanto lontana dal mare, è in tutto e per tutto caratterizzata dal clima montano di Gorski kotar, con estati brevi, calde e notti fresche ed inverni lunghi ma miti con molta neve.

In fila dal mare al continente collinare ...
Drivenik, Tribalj, Grižane e Bribir costituiscono il comune di Vinodol.

underline-wave.png

Il nome romano Vallis Vinearia, monumenti culturali e siti archeologici indicano la presenza dell’Impero Romano in questa zona.  Alla famosa famiglia nobile medievale croata Frankopan vengono attribuiti lo sviluppo e la fioritura culturale del territorio.

A molti turisti piace la possibilità di sostare e riposarsi di giorno al mare, e di notte nella parte collinare del comune dove rinfresca l’aria pulita di montagna. Gli amanti della natura hanno a disposizione molte piste ciclabili e montane contrassegnate e splendidi punti panoramici in luoghi interessanti che si affacciano sul Quarnero.

A Tribalj si trova anche un campo di lancio per i parapendii, che possono vivere la bellezza della Riviera di Vinodol dalle cime delle montagne.

Bribir

underline-wave.png

I resti delle antiche mura e di una torre civica richiamano alla mente il tempo dei principi Frankopan, che dominarono per quattro secoli, lasciando a Vinodol profonde tracce spirituali e materiali.

I resti delle antiche mura e di una torre civica richiamano alla mente il tempo dei principi Frankopan, che dominarono per quattro secoli, lasciando profonde tracce spirituali e materiali a Vinodol. Il periodo di maggior fulgore di Bribir coincide con la reggenza del principe Bernardin Frankopan che fortificò il castello e le mura della città. Quando nel 1848 il patriziato di Bribir fu abolito, il governo abbatté Vela e Mala vrata (ovvero la grande e la piccola porta) e il castello al posto del quale costruì una scuola. Così la lunga e celebre storia della fortezza di Bribir divenne un cumulo di rovine. Vennero preservate soltanto la torre quadrangolare del 1302 ed una parte delle mura.

Potrete alloggiare nelle confortevoli case familiari e ricordate che chi visita Bribir, non potrà fare a meno di tornare, perché qui si sente come a casa.

Drivenik

underline-wave.png

Accanto ad uno dei pochi castelli preservati dei Frankopan, affacciato sulla parte settentrionale di Vinodol, troviamo il piccolo paese di Drivenik.

La città vecchia di Drivenik non è abitata perché tutti gli abitanti si sono trasferiti ai piedi della collina, su cui ormai sono rimasti soltanto l’abbandonato castello del XIII secolo, la chiesa parrocchiale di S.Doimo, la chiesa di S. Stefano del XV secolo, la corte parrocchiale e la scuola che sono state frequentate dalle vecchie generazioni degli abitanti di Drivenik.

Anticamente al castello di Drivenik si accedeva attraverso il ponte levatoio per oltrepassare il canale che lo circondava. Il castello era difeso da alte mura, quattro torri angolari e da un bastione semicircolare.

L’architettura del litorale, la tradizione e la cordiale ospitalità della popolazione locale vi faranno apprezzare Drivenik, specialmente durante le serate estive di Vinodol con i suoi concerti di musica barocca.

Grižane

underline-wave.png

Il paese di Grižane è situato oltre le rovine della città dei Frankopan sulle rocce chiamate “griža”, dalle quali appunto il nome. La città vecchia fu danneggiata nel 1323 dal forte terremoto che colpì Vinodol.

Nel XV secolo vennero aggiunte le torri rotonde e oggi si possono vedere soltanto le rovine di quello che una volta fu un celebre castello. Fu proprio la configurazione del terreno a conferire al forte di Grižane la sua forma quadrangolare con le torri rotonde. Qui risiedeva il principe Martin che fondò il porto marittimo di Crikvenica.

Le strutture ricettive a Grižane sono tradizionali case di pietra, arredate nell’autoctono stile costiero. Nel mese di maggio si possono assaggiare le famose “gričke črišnje“ (ciliegie di Grižane) e durante la festa di Martinje il pregiato vino locale chiamato “Žlahtina“.

Tribalj

underline-wave.png

Il bellissimo lago conferisce a Tribalj un fascino speciale. Tribalj è un paradiso per pescatori, deltaplanisti e parapendio, ma anche per ciclisti, escursionisti e cacciatori.

La chiesa della Madonna a Tribaljsko polje, fu anticamente luogo per i processi secondo il Codice di Vinodol (Vinodolski zakonik) come testimoniano le liste dei glagoliti (glagoljske listine). Nella zona del villaggio di Tribalj, detta Stranče, è stata scoperta un’antica necropoli, probabilmente risalente all’ottavo- undicesimo secolo con numerosi reperti oggi conservati nel Museo marittimo e storico di Fiume (Rijeka).

Tribalj offre strutture ricettive come gradevoli case familiari o confortevoli pensioni situate lungo il fiume Dubračina.

Skip to content